Disturbi di personalità narcisistico

La persona affetta da questo disturbo presenta un quadro pervasivo di grandiosità, sia nel pensiero che nel comportamento, dalla necessità di ammirazione e da una mancanza di empatia, che compare entro la prima età adulta ed è presente in una varietà di contesti.

Infatti la diagnosi secondo il criterio del DSM-V richiede che almeno 5 dei seguenti sintomi siano presenti in modo tale da formare un quadro pervasivo, cioè che rimane tendenzialmente costante in situazioni e relazioni diverse:

  1. Senso grandioso del sé, della propria importanza;

 per esempio esagera risultati o talenti e tende a svalutare quelli degli altri.

  1. È occupato da fantasie di successo illimitato, di potere, effetto sugli altri, bellezza, o di amore ideale;

per esempio si paragona a personaggi famosi e privilegiati, si aspetta che un giorno possano essere riconosciute le proprie qualità speciali.

  1. Crede di essere “speciale” e unico e di poter essere capito solo da persone speciali;

tende a ricercare vicinanza con persone di status (in qualche ambito) molto alto.

  1. Richiede un’ammirazione eccessiva;

va in collera se non gli vengono attribuiti gli onori che si aspetta.

  1. Ha la sensazione che tutto gli sia dovuto, quindi è irrealisticamente convinto che altri individui/situazioni debbano soddisfare le sue aspettative;

 con trattamenti di favore per esempio.

  1. Approfitta degli altri per raggiungere i propri scopi, e non ne prova rimorso;

nell’aspettarsi che gli altri lo aiutino ad avere ciò che vuole non è minimamente interessato alle conseguenze che certe pretese possano costare all’altro.

  1. È carente di empatia;

non si accorge (non riconosce) o non dà importanza a sentimenti altrui, non desidera identificarsi con i loro desideri.

  1. Prova spesso invidia ed è generalmente convinto che altri provino invidia per lui;
  2. Mostra comportamenti o atteggiamenti arroganti e presuntuosi ;

nella convinzione di essere superiore agli altri si appropria di privilegi che lui ritiene esserseli meritati.

Il DSM V però compie anche un passo avanti rispetto alla precedente edizione mettendo in luce per la prima volta i paradossi del narcisismo: l’enorme vulnerabilità dietro la facciata grandiosa, la solitudine profonda dietro l’auto-esaltazione. Un elemento diagnostico ulteriore è l’abuso di sostanze (es. tabacco, alcol, cocaina), che rappresenta un tentativo disfunzionale di curare l’inquietudine, l’irrequietezza e il mal di vivere costanti, tipici di questa patologia.

Il disturbo narcisistico è dunque qualcosa di più complesso che viaggia lungo un continuum e non si può racchiudere dentro un’unica categoria.

Contact Form

Contatti

Ricevo presso il mio studio a Selargius. Per fissare un appuntamento: Cell 3287352748 oppure tramite email

Skip to content